Archive | maggio 2014

Capaci – ore 17:58 del 23 maggio 1992

Questo che sto scrivendo non l’ho quasi mai raccontato, oggi, ascoltando l’intervista ai fratelli di Antonio Molinaro, mi viene voglia di dirlo.

Alcune settimane prima della strage di Capaci, mi trovavo a Palermo, ero arrivato a Punta Raisi il pomeriggio del giorno prima della prevista mia testimonianza in Corte d’Assise.

Ad aspettarmi doveva esserci una macchina della Squadra Mobile ma non era ancora giunta.

Riparai nell’attesa presso il posto di Polizia dell’aeroporto dove incontrai i ragazzi della scorta di Falcone; uno di loro, che mi conosceva, mi pare proprio Antonio, mi disse testuali parole: “se vuoi chiediamo al Consigliere – chiamò così Giovanni Falcone – se possiamo darti un passaggio, tanto sta per atterrare”.

Poi aggiunse sorridendo: “non so se però ti conviene, prima o poi saltiamo”.

Loro erano consapevoli del grande pericolo che correvano e con quella frase credo si voleva esorcizzare la paura.

Nel frattempo giunse l’auto che attendevo, salutai quei ragazzi e me ne andai.

Pochi giorni dopo, alle ore 17:58 di quel maledetto 23 maggio, quei ragazzi, quei miei colleghi “saltarono” insieme a quell’uomo che per loro e per noi era lo STATO.

Per non dimenticare mai.

Annunci